Prima di togliere un dente è importante fare il possibile per salvarlo.

Spesso si verificano delle lesioni cariose che necessitano di riabilitazione e devono essere in ogni caso estetiche.

Anche sui denti posteriori è importante andare a copiare nel miglior modo possibile la natura.

é sbagliato pensare che un otturazione sia solo il chiudere un “buco”, ogni cavità deve essere RESTAURATA sia dal punto di vista funzionale, sia estetico.

Come per gli interventi di chirurgia estetica il risultato deve essere il piu possibile invisibile.

Quando la lesione cariosa raggiunge il nervo si deve ricorrere alla devitalizzazione.

L’endodonzia si occupa di andare a rimuovere tutti i batteri e il tessuto pulpare residuo all’intenrno dei sistema dei canali radicolari.

In questo studio si resta continuamente aggiornati dal punto di vista dei materiali e delle tecniche utilizzate. Devitalizzare un dente non significa solamente togliere il nervo ma andare a “sagomare” i canali radicolari dando una forma appropriata per ricevere un’otturazione canalare.

La devitalizzazione è completa solo se si tratta tutto il sistema dei canali radicolari fino all’apice (= punta del dente). Lasciare una parte di dente non trattata è come lasciare un pezzo di dente in fase di estrazione e può essere causa di problemi futuri.

Anche in caso di denti già devitalizzati e trattati magari con presenza di granulomi apicali, prima di ricorrere all’estrazione si può valutare la possibilità di ritrattare il dente dal punto di vista endodontico per riuscire a risolvere i problemi salvando il dente.

In alcuni casi si può rendere necessaria l’esecuzione di endodonzia retrograda, cioè in denti gia trattati, con situazioni anatomiche che impediscono il ritrattamento come perni metallici, si cerca di recuperare l’elemento passando dall’apice e otturando con MTA un particolare cemento.